LA STORIA DEL BASEBALL  A MESSINA

TRIDENTE - KALANAG - SAN DOMENICO - GRAMEN - AKELA - TIGER - ABR - CUS - LUDO - ALI -  UNIVERSITARIA - SUNS - NAXOS - DELTA - PIRATES - SANTA DOMENICA VITTORIA - VICTORIA -

Il Baseball a Messina compie i primi passi nel 1958 grazie all'iniziativa del Prof. Bucalo che avvia un gruppo di ragazzi provenienti da altre discipline sportive al gioco del batti e corri. Il Centro Universitario Sportivo diventa il sodalizio che per primo struttura  una sorta di squadra dove si iniziano a formare i primi giocatori e tecnici, tra questi: Moio Luigi, Silipigni, Macri Giuseppe, Rosario Repetto, Vincenzo Cavallaro, Andrea Altadonna, Andrea Galletta,  che da giocatori cosi come accade anche oggi, iniziarono ad improvvisarsi tecnici, dirigenti, dando vita a diverse realtà cittadine.

Dopo il CUS, ecco venire fuori altre società sia in città che in provincia. quelle di Messina erano la Tridente, il Kalanag, il San Domenico e la Polisportiva Gramen; la Polisportiva Alì e la polisportiva Naxos in Provincia.

A cavallo tra gli anni 60 e 70 si forma la prima squadra di Softball: la Latina Assicurazione.

Nel 1974 la squadra ABR guidata Da Blatti e Anzalone vince il titolo italiano dei giochi della gioventù sul campo A di Baseball del centro Giulio Onesti di Roma, parallelamente nel campo B la Latina Assicurazioni di Softball vinceva la finale promozione per la serie A

il centro nevralgico del Baseball giocato sino al 1995 è stato il Campo Arsenale storico impianto situato nella Zona Falcata, tra l'inceneritore i cantieri Cassero e la casa della Sig. Giuffrida, che oltre ad aver partorito per il Baseball ed il Softball tre giocatori/rici tra i migliori mai visti a Messina (Pippo, Franca e Anna), ha nutrito decine di giocatori a braciole e peperonata, alleviando con centinaia di litri di caffè la fatica delle lunghe partite di Baseball. Va ricordato Don Cammelo per le preziose gazzusi  Ciappazzi e la spuma scura Trinacria.

Nel 1978 il CUS Messina  di Lo Turco vince la prima promozione in serie A2, nel mentre i settori giovanili primeggiavano da Roma in giù e la fusione della Latina con il CUS permetteva al Baseball Messinese di disputare un campionato nazionale agguantando la salvezza sul finire del campionato. Nel 1981 il CUS per questioni economiche ritira la squadra dal campionato. Viene fondata la Tigher

L'inizio degli anni 80 può essere definito come il periodo degli anni di piombo del Baseball Messinese: un rapido declino in termini di numero di giocatori e di società che chiudono i battenti. Scompare la Latina di Softball e di Baseball. A tirare la baracca rimangono i fratelli Aldo e Pino Lo Monaco, Ninni Artemisia, Giancarlo Berenato, Macri.

intanto da quello che rimaneva dai vivai si approntava una nuova squadra sotto la bandiera cussina che guidata di Pino Lo Monaco lentamente riprendeva ad affermarsi nel panorama del baseball Siciliano che man mano andava crescendo. Siccome la storia si ripete da quella squadra sono venuti fuori nuovi tecnici e dirigenti, che a cavallo degli anni 80 e 90 riprendevano a lavorare sui vivai. Nascono nuove società: la Polisportiva Akela per il Baseball, a Ritiro Nino Micali a soli 19 anni, fonda una squadra giovanile lo Startak. Anna Giuffrè insieme a Salvatore Micali rilanciano il Softball con la Polisportiva Delta.In provincia I Sun di Capo D'Orlando dei Fratelli Lipari oriundi di Cliveland ed i Blue Stars di Pace del Mela di Santino Gitto sbarcato fresco dal Canada arricchiscono il panorama del Baseball Messinese, nell'estrema provincia nebroidea Santa Domenica Vittoria  ed a Roccalumeraa con Vincenzo Cavallaro sbarca il Softball

Si forma un nuovo gruppo di dirigenti e tecnici: prima Nino e Salvatore Micali, Massimo Palumbo, Pino Longo, Emanuele Calabrese,Nino Cipriano, dopo Fabio Irrera, Angelo Pajno,  Lillo Zanghi, buttano le basi della rinascita. Rientrano nel giro Giuseppe Macri, Rosario Repetto che dopo una parentesi di 10 anni a Milano dove continua a fare Baseball con la pluriscudettata Milano, riprende il suo posto di chioccia del baseball Messinese: nel 1988 in occasione dei 30 anni del Baseball che vengono celebrati nel salone della comunità europea del comune di Messina, vengono premiati più di 100 ragazzini del torneo O12 Benetton,. Intanto nella base di Marisicilia della zona Falcata Nino Micali, Bruno Aldo, fondano la Pirates di Softball e Baseball. La squadra di softball della Marina allenata da Vncenzo Cavallaro e Sergio Lo Teta scala rapidamente i vertici del softball siciliano. Negli anni successivi a prendere il posto della Pirates nel softball un surrogato di giocatrici della delta  e della Pirates sotto la presidenza di Vicky Amendolia danno vita alla Victoria; un gruppo di veternani fondano la Futura di Baseball, Micali colonizza il quartiere dell'Annunziata con la A.S. LUDO. Erano state buttate le basi di un nuovo ciclo culminato  nel 1996 con la promozione in serie A2 del CUS Messina. Nel 1998,  dopo vari pellegrinaggi dal campo in sintetico della Cittadella Universitaria all'improvvisato diamante di Saponara, con il Mondiale arriva il tanto sospirato stadio del Baseball. Il resto è storia dei giorni nostri.

GOCCE DI MEMORIA

Autore e proprietario delle foto qui di seguito pubblicate è Antonio Porcaro, Interbase della mitica Latina B.C. di Catanese . Nelle immagini si possono riconoscere Santino Albanese (prima base), Emilio Martino (esterno) e Pino Lo Monaco (allenatore). Antonio vive a Reggio Emilia. Ha un figlio di nove anni che gioca a baseball, immagino sia una passione ereditata.

Ricevere l'e-mail di Antonio Porcaro, mi convince sempre di più che l'iniziativa "www.messinabaseball.it" avviata da circa quattro anni e precisamente dall'1.10.2005, serva a creare un punto di riferimento per tutti gli appassionati che non vogliono dimenticare il proprio passato sportivo. Una memoria storica che alla fine può dare un senso e un riferimento alle giovani leve per continuare a portare avanti una tradizione iniziata nel 1958 e che ancora oggi, tra alti e bassi, malgrado i disaggi e la scomparsa di molte società più o meno storiche, continua ad essere portata avanti con tanti sacrifici.

 

 

 

CUS MESSINA

 

LILLO ZANGHI

 

PIPPO GIUFFRIDA

 

NINO MICALI

Messina Baseball notiziario on line

Web Master Nino MicaliMESSINA BASEBALL.IT